REPERTI EGIZI

Firenze, il secondo Museo Egizio d'Italia

La formazione del Museo Egizio di Firenze s'intreccia con quella passione per l’antico Egitto di cui la città fu permeata fin dal secolo XVI, già almeno dal XVIII secolo erano presenti a Firenze numerosi oggetti provenienti dalla terra del Nilo, che confluirono poi nelle collezioni del Museo Egizio fiorentino: con il XIX secolo egittomania ed egittologia intrapresero due strade diverse, in questo periodo nacque il Museo Egizio di Firenze

Firenze. Al primo posto troviamo il famoso Museo Egizio di Torino, nella città esotericamente collegata a Iside ed al secondo posto, ecco a Firenze oltre 140mila reperti capaci di farci capire quanto l'Egitto è importante anche per la nostra città.
Così si legge sul sito del Museo: “La formazione del Museo Egizio di Firenze si intreccia con quella passione per l’antico Egitto di cui la città fu permeata fin dal secolo XVI. E già almeno dal XVIII secolo erano presenti a Firenze numerosi oggetti provenienti dalla terra del Nilo, che andarono poi a confluire nelle collezioni del Museo Egizio fiorentino. Con il XIX secolo egittomania ed egittologia intrapresero due strade diverse, anche se parallele. In questo periodo nacque il Museo Egizio di Firenze: dalla famosa Spedizione Franco-Toscana di Jean François Champollion e Ippolito Rosellini nel 1828 e 1829, all’allestimento ideato da Ernesto Schiaparelli fra il 1880 e il 1883, fino alla partenza dell’egittologo per Torino.”
Schiapparelli fu il primo Direttore del Museo
Il Museo si suddivide in un'area egizia ed in una etrusca.
La collezione comprende materiale che va dalla Preistoria all’Epoca Copta, con notevoli raccolte di stele, vasi, ushabti, amuleti e bronzetti di varie epoche. Fra i numerosi oggetti importanti e interessanti sono da segnalare alcune statue dell’epoca di Amenofi III, il carro della XVIII dinastia, il pilastro della tomba di Sethy I, il calice di fayence a bocca quadrata, il corredo della nutrice della figlia del faraone Taharqa, il ritratto di donna del Fayum, la collezione di stoffe di Epoca Copta, nonché una importante raccolta di calchi in gesso della fine dell’ottocento.

Categoria: