ACCORDO ZTL

Firenze, l'arroganza del Comune va avanti

Gli esercenti si vedono togliere i clienti costretti ad usare mezzi pubblici per recarsi nei locali e ristoranti fiorentini durante il week end, ma la Giunta ha deciso

Firenze. La Giunta comunale ha deciso, dal 1° Giugno via libera alla ZTL sperimentale.
Non più chiusura totale nell'orario dalle 7.30 del Giovedì fino alle 16 del Sabato, ma apertura notturna dalle 3 alle 7.30.
Questo non salva le proteste degli esercenti che così si vedono togliere i clienti costretti ad usare mezzi pubblici per recarsi nei locali e ristoranti fiorentini durante il week end.
L'accordo del Comune, risultato nel corso degli incontri tra gli assessori allo sviluppo economico Cecilia Del Re e alla mobilità Stefano Giorgetti insieme ai rappresentanti delle categorie economiche e degli esercenti, è stato stipulato.
L'obiettivo è quello di abituare i cittadini ed anche i turisti ad usare i mezzi di trasporto alternativi all'auto privata.
Dal comunicato stampa del Comune però leggiamo: "L'Amministrazione Nardella dimostra ancora una volta la sua arroganza e scarsa capacità di dialogo, e nella riunione di Giunta di oggi pomeriggio tira dritto, confermando la ZTL no stop con cui dal 1° giugno chiuderà il centro dalle 7:30 del giovedì alle 16:00 del sabato, penalizzando le attività commerciali e isolando ancora di più i residenti. Una decisione senza senso: per questo proseguiamo la raccolta di firme per tutto il mese di Maggio.
Così annunciano il coordinatore fiorentino di Forza Italia, Marco Stella, insieme al gruppo consiliare a Palazzo Vecchio presieduto da Jacopo Cellai, a tutti i membri del coordinamento comunale del partito e ai consiglieri del Quartiere 1 Alessandro Delfino e Roberta Pieraccioni.”
Staremo a vedere come verrà attuato il trasporto pubblico per facilitare l'accesso al centro storico.

Categoria: