WANNACRY

Attacco hacker mondiale: chiesto riscatto in Bitcoin

Non si hanno notizie dell'origine del “maleware” e s'ipotizza che sia partito dalla Cina: per sbloccare i computer richiesto un riscatto di 300$ da pagare in Bitcoin

Il mondo è stato attaccato da un “ransomware”, virus informatico che ha infettato siti anche in Italia.
L'ex agente della Nsa Edward Snowden lancia un messaggio da twitter, dicendo che “se la NSA avesse privatamente scoperto vulnerabilità che avrebbero permesso di realizzare questo tipo di attacco, le avrebbero individuate",quindi non sarebbe successo nulla.
Non si hanno notizie dell'origine del “maleware” e s'ipotizza che sia partito dalla Cina.
Colpiti gli ospedali britannici, compagnie telefoniche, università: pare che per lanciarlo sia stato usato una cyber arma della Nsa.
Per sbloccare i computer infettati è stato richiesto un riscatto di 300$ da pagare in Bitcoin.
Ogni sito colpito, che interessa i sistemi Windows, rischia quindi di doversi adoperare a versare con la moneta virtuale la somma richiesta per tornare ad essere operativo.

Categoria: