giro d'Italia

Firenze, omaggio a Bartali e Nencini

Oggi si attraversa il Mugello e passando da Rioveggio, si ritorna in Emilia: la dodicesima tappa è corsa in memoria di un altro ciclista toscano, Gastone Nencini

Firenze. Partita ieri da Piazzale Michelangelo l'undicesima tappa del Giro d'Italia.
Davanti al Museo Gino Bartali a Ponte a Ema, migliaia di persone hanno salutato la gara ciclistica dedicata alla memoria del loro compaesano "Ginetaccio", il ciclista “Giusto tra le nazioni” che salvò dalla persecuzione nazista numerose famiglie ebree facendo il corriere in sella alla sua bici.
La tappa ha visto Centosessantuno chilometri da percorrere con quattro colli da salire, oltrepassando il Passo della Consuma per arrivare a Bagno di Romagna. Un omaggio al grande Bartali, re delle salite.
Oggi si attraversa il Mugello e passando da Rioveggio, si ritorna in Emilia.
La dodicesima tappa è corsa in memoria di un altro famoso ciclista toscano, Gastone Nencini.
Il Giro d'Italia torna nei territori del campione di Bilancino con una tappa dedicata ai velocisti.
Duecentoventinove chilometri, da Forlì a Reggio Emilia.