MATTEO & BARACK

Renzi diventa l'assistente personale del Presidente Obama

Il nostro ex Presidente del Consiglio, che vuole avere un ruolo nell'Europa accanto al democratico Barack, si è trasformato nell'assistente personale di Obama

Firenze. Giungono voci che il nostro Matteo inviterà privatamente i coniugi Obama a casa sua, ora che la coppia americana sarà in vacanza in Toscana, ospiti a Buonconvento da John Phillips.
Renzi è sicuro di avere un grand appeal su Barack e a Milano, si è reso disponibile per aiutarlo, dall'Italia, a “creare nuovi leader politici”.
“Barack Obama è il punto di riferimento dei democratici a livello mondiale”, ha esultato euforico un Matteo Renzi definito sulle pagine del corriere.it “il vero alter ego di Obama, la persona con cui Obama ha speso più tempo e ha discusso più a lungo su tutti i temi dell’attualità mondiale: un Renzi euforico, loquace, mattatore”.
Il nostro ex Presidente del Consiglio, che vuole assolutamente avere un ruolo nell'Europa accanto al democratico Barack, si è trasformato così nell'assistente personale di Obama e in uno dei suoi connubi con il telefono, si è così presentato al neo Presidente francese Macron. Racconta Renzi: “Ieri pomeriggio è andata così. Ho detto a Obama che volevo fargli da assistente personale. E ho chiamato Macron al telefono, trascurando però il fatto che ora è il presidente della Repubblica. Quindi non l’ho raggiunto subito, ma l’ho avvertito per sms per prepararlo. Quando lui ha richiamato, gli ho detto: “Sono l’assistente personale del presidente Obama, glielo passo”.

Categoria: