scandalo università

Universitopoli, parla il Professor Di Pietro

Di Pietro è stato il primo, gli altri saranno sentiti nei prossimi giorni, e "ha reso una dichiarazione spontanea - ha detto l'avvocato Giovanni Flora

Firenze. E' durato circa mezz'ora l'interrogatorio di garanzia davanti al gip Angelo Pezzuti del professor Adriano Di Pietro, uno dei sette docenti agli arresti domiciliari per l'inchiesta sui concorsi truccati. Di Pietro è stato il primo, gli altri saranno sentiti nei prossimi giorni, e "ha reso una dichiarazione spontanea - ha detto l'avvocato Giovanni Flora che, insieme a Luigi Stortoni di Bologna, difende l'ex docente della facoltà emiliana - annunciando una successiva memoria sui fatti e in diritto. Il professore ha ribadito di aver sempre agito nell'esclusivo interesse della scienza e di non aver mai fatto scambi". I difensori, presente anche il pm Paolo Barlucchi, hanno chiesto la revoca della misura facendo presente che "il professor Di Pietro è ormai in pensione da diversi anni e non partecipa più ad alcuna commissione. Inoltre, anche a causa dell'immagine negativa creata da quanto detto tra ieri e oggi, non è più in grado di agire", ha spiegato Flora. Il giudice si è riservato la decisione.

Categoria: